Palazzo Comunale

Il Palazzo Comunale sorse in seguito alla distruzione dell'antico Palazzo dei Rettori delle Arti e dei Priori, causata del sisma del 1751. L'edificio originario fu costruito presumibilmente intorno al 1246, anche se le fonti storiche risultano scarse ed incerte. La costruzione del nuovo palazzo prese il via nel 1768, grazie alle pratiche redatte nel 1756 durante il Commissariamento dei Flaviani. A dirigere

Palazzo Comunale2019-06-12T10:33:29+00:00

Palazzo del Podestà e Torre Civica

In piazza Soprammuro sorgono il Palazzo del Podestà e la Torre Civica che risalgono al XIII sec. ed erano la sede del magistrato preposto al governo cittadino. Oggi il Palazzo è appena un terzo della struttura originaria per i danni subiti con il terremoto del 1751. La sua mole e, in origine, il fossato che la proteggeva, la rendevano una imponente struttura militare

Palazzo del Podestà e Torre Civica2019-06-19T06:56:16+00:00

Chiesa di San Donato

Fu edificata nel 1255 sotto il papato di Alessandro IV come sede dei monaci camaldolesi. L'originaria chiesa era stata fortemente compromessa dal terremoto del 1751: il campanile ad esempio, molto più alto dell'attuale, crollò completamente. Il suo interno toscaneggiante è stato progettato dall'architetto fiorentino Ugo Tarchi nel 1914, con le decorazioni dell'artista americano Elpidio Petrignani (1878-1964). Di grande pregio il coro ligneo del

Chiesa di San Donato2019-06-12T10:35:13+00:00

Rocca Flea

LE ORIGINI Fortezza costruita intorno al X secolo e poi compresa nei domini del Ducato di Spoleto nel 1177 da Federico Barbarossa. Rappresenta uno degli esempi più significativi di architettura militare medievale in Umbria. Nel 1198 passò sotto il controllo del Papa Innocenzo III per poi tornare ad essere contesa da Gubbio e Perugia nel 1216. Fu restaurata e ampliata da Federico

Rocca Flea2019-06-21T08:42:35+00:00

Chiesa di San Benedetto

NOTIZIE STORICHE E ARTISTICHE ESTERNO Edificata nella seconda metà del XIII secolo assieme all'annessa abbazia camaldolese, presenta una stupenda facciata romanico-gotica con grande rosone magistralmente scolpito e un campanile neo-romanico.La facciata è fatta di pietre bianche finemente levigate e squadrate, termina a timpano, con una breve gronda sorretta da piccole mensole. Ha tre porte a tutto sesto, quella centrale, che è la maggiore, è

Chiesa di San Benedetto2019-06-13T10:50:58+00:00
Carica altre notizie
Torna in cima