Personaggi illustri

Adolfo Leoni

(Gualdo Tadino, 1917 - Massa, 1970) - Ciclista

Fu nella casa del ferroviere Giovanni Leoni a Gualdo Tadino che la moglie Maria Severoni dette alla luce, il 13 gennaio del 1917, Adolfo, uno dei nove figli di quella folta e prospera famiglia.

Alfredo Santarelli

(Gualdo Tadino, 1874 - Gualdo Tadino, 1957) - Ceramista e Pittore

Nel gotha della ceramica gualdese, la fabbrica che ha brillato su tutte le altre è quella di maioliche artistiche del professor Alfredo Santarelli.Il suo è oggi uno dei marchi più ricercati da collezionisti e antiquari.

Beato Angelo

(1270-1324)

Nacque a Gualdo Tadino, nella frazione di Casale, da Ventura e donna Chiara.

Castore Durante

Castore Durante nacque nel 1529 a Gualdo Tadino (Perugia) dal giureconsulto e letterato Giovanni Diletto e da Gerolama.
Studiò medicina a Perugia e vi si laureò prima del 1567.

Domenico Tittarelli

(Gualdo Tadino, 1916 - Ravenna, 1945) Tenente dell'Esercito, Partigiano

Tenente prima dell'esercito e poi direttore di lancio assegnato alla 113esima squadriglia di stanza a Pola e Lubiana, partecipò ad operazioni sul fronte occidentale in qualità di comandante del Centro Guardia alla frontiera. Prese parte ad oltre 40 azioni di guerra, che gli valsero il distintivo speciale d'argento da parte del Ministero dell'Aeronautica.

Federico II di Svevia

Federico II

Federico II partiva dalla Lombardia e attraversata la Toscana penetrava nell'Umbria, donde poi avrebbe mosso ai danni di Roma, e fu appunto negli ultimi giorni di Gennaio dell'anno 1240 che, venendo da Città di Castello e da Gubbio, tenendosi lontano dalla Guelfa Perugia, giungeva in Gualdo con la sua splendida corte, i suoi partigiani, le sue donne ed il suo numerosissimo esercito.

Francesco Tromba

(Gualdo Tadino, 1460 ca. - Gualdo Tadino 1530) - Poeta cavalleresco

Imitatore dell'Ariosto e coevo del Pulci e del Boiardo, insieme al fratello Girolamo e a Pietro Durante formò un gruppo di letterati che diedero un ricco contributo all'epoca romanzesca dei secoli XV e XVI. Scrisse diverse opere in rima, alcune delle quali trovarono un largo consenso tra i lettori: "Trabisonda" in ottava rima a sedici canti, "La draga de Orlando innamorato" (chiamata anche "La draga de Orlando inzuccorato") dedicato alla famiglia Baglioni di Perugia, "Guerre, battaglie nuovamente fatte in Provenza a Marsilia et a oses", "Rinaldo Furioso", poema epico in ottava rima, diviso in due libri con diciassette canti ciascuno.

Franco Storelli

(Gualdo Tadino, 1918 - Mediterraneo Centrale, 1941) - Tenente del Genio Navale, Medaglia d'Oro al Valor Militare

Allievo all'Accademia Navale di Livorno dal 1937, il 5 giugno 1940 conseguì la nomina ad Aspirante Sottotenente del Genio Navale ed imbarcò subito sull'incrociatore Duca d'Aosta con il quale partecipò poi alla battaglia di Punta Stilo.

Giandiletto Durante

(Gualdo Tadino, 1490 - Gualdo Tadino, 1565) Giurista

Ricoprì diverse cariche pubbliche: gonfaloniere, membro del Consiglio Generale di Gualdo, membro della Curia Romana. Ebbe sei figli, tra cui il medico e letterato Castore. Fu autore del celebre volume "De arte testanti et cautelis ultimarum voluntatum" (1540), che i giuristi del tempo chiamarono "Cautela Gualdese", adottato come libro di testo in importanti scuole di diritto italiane e inserito integralmente in diversi trattati di giurisprudenza in Germania e in Francia.

Matteo da Gualdo

(Gualdo Tadino 1435 ca. - 1507), pittore

Quella di Matteo da Gualdo è la storia, ormai 'classica' ma sempre viva e avvincente, di un genius loci che ha caratterizzato tra la seconda metà del XV secolo e gli inizi del successivo (proseguendo poi con l'attività del figlio Girolamo) la produzione artistica di un centro culturalmente ed economicamente molto vivace: Gualdo Tadino.

Nello Saltutti

(Gualdo Tadino, 1947 - Gualdo Tadino, 2003) Calciatore
Emigrato giovanissimo con la famiglia in Lussemburgo, muove i primi passi calcistici con la maglia della Jeunesse d'Esch, la "Juventus del Lussemburgo", come la chiamava Nello. Torna in Italia da ragazzino con lo zio Aldo che gli fa sostenere un provino con la Fiorentina.

Paolo Rubboli

(Fiorenzuola di Focara, 1838 - Gualdo Tadino 1890) - Ceramista

Paolo Rubboli nacque a Fiorenzuola di Focara in provincia di Pesaro nel 1838.

Raffaele Casimiri

(Gualdo Tadino, 3 Novembre 1880 - Roma, 15 Aprile 1943) - Musicista e compositore

Dopo la morte del padre, avvenuta nel 1889, don Alessio Bucari Battistelli, Canonico della Cattedrale ed insegnante di lettere nel seminario diocesano a Nocera Umbra, si prese cura del piccolo Raffaele ospitandolo nella sua casa e permettendogli di frequentare le scuole superiori come alunno esterno al seminario.

Roberto Calai Marioni

(Gualdo Tadino, 1842 - Gualdo Tadino, 1920) - Vescovo e benefattore

Di facoltosa famiglia gualdese, compì gli studi classici e filosofici a Perugia nel Collegio della Sapienza. Nonostante il disaccordo del padre, rispose alla vocazione venendo ordinato sacerdote nel 1872. Il suo apostolato si contraddistinse in opere di beneficienza, soprattutto a favore della propria città.

Ruggero Guerrieri

(Gualdo Tadino, 1873 - Gualdo Tadino, 1948) Storico, Medico Chirurgo

E' considerato il più grande storico gualdese. Il suo testo "Storia Civile ed Ecclesiastica del Comune di Gualdo Tadino" rappresenta la base per le pubblicazioni legate alla storia del territorio gualdese. Fu medico chirurgo, avendo conseguito la laurea presso l'Università di Napoli.

San Facondino

(540 ca – 607), vescovo.

Uomo di somme virtù, dedito alla preghiera e alla penitenza, si ritirò giovanissimo sul Monte Serrasanta per condurre una vita eremitica. Nella canonica di Taino introdusse i Regolari Lateranensi , discepoli di Sant'Agostino (354-430), professandone le regole e gli insegnamenti.

Totila

Re degli Ostrogoti (m. 552)

Di nome Baduila, fu chiamato Totila, "l'immortale", dai suoi fautori. Nipote di Ildibaldo, che aveva preso il comando delle superstiti truppe ostrogote, fu eletto re (541) alla morte di Erarico.

Giuseppe Pericoli

Giuseppe Pericoli - Monumento ai Poveri 1912

(Gualdo Tadino 1882 – Salerno 1961) - Scultore

Frequentò il liceo artistico e l’Accademia di Belle Arti di Perugia, dove si diplomò in disegno e scultura. Si trasferì, quindi, a Roma per ottenere l’abilitazione all’insegnamento e per frequentare i corsi di perfezionamento plastico sotto la guida di Ernesto Biondi, aiutando il noto maestro nella realizzazione di alcune monumentali opere, tra cui il gruppo dei Saturnalia. Con ogni probabilità eseguì a Roma un gruppo scultoreo per l’America del Sud, di cui non si conosce la località di sede.

Siro Storelli

(Gualdo Tadino, 1890 – 1966) - Scultore

Figlio del maestro-muratore Michele Storelli e padre di Enzo Storelli, fu scalpellino e scultore di straordinario talento.
Frequentò l’Accademia di Belle Arti di Perugia dal 1907 al 1912, sotto la guida di Giuseppe Frenguelli; nel 1910 vinse la borsa di studio per un viaggio d’istruzione a Venezia e terminò la sua formazione artistica tra il 1913 e il 1915 a Roma, nello studio di Arturo Dazzi.